"Ou ne voit bien qu'avec le coeur...
L'essentiel est invisible pour les yeuse"

(Antoine De Saint Exupery)

mercoledì 8 settembre 2010

Nuovo inizio...

Ebbene si... è stata dolorosa, più volte rinviata, molto sofferta... ma alla fine questa decisione è arrivata... lascio L'Aquila e torno a vivere a casa con i miei al paesello... A fine mese traslocherò e la mia vita da studentessa universitaria fuori sede finirà...anzi ricomincerà nella nuova veste di studentessa universitaria fuorisede e a tratti pendolare!
Sicuramente speravo che le cose andassero diversamente, speravo di rimanere a vivere a L'Aquila anche dopo la laurea, perchè mi piace davvero vivere li... se non fosse per il terremoto che ha spazzato via tutto.. 
Mi dispiace dirlo, ma L'Aquila è una città morta. Anche se i suoi abitanti stanno cercando in tutti i modi di far sì che non accada, devono scontrarsi con muri troppo grandi per essere abbattuti a mani vuote... e loro per ora hanno solo quelle.
Negli ultimi mesi non ci stavo più bene... non per la città in sè, ma per l'aria che si respirava... il panico dilagante per le nuove scosse, anche se interessano una faglia diversa, ma comunque vicina... il centro nuovamente chiuso, i presidi dell'esercito in ogni angolo... e le notizie angoscianti alla tv... tende di nuovo pronte, punti di raccolta organizzati.... cose che mi fanno tornare indietro nel tempo, in un momento della mia vita che non posso e non voglio rivivere...
Ci ho provato, a superare la paura, a tornare a vivere a L'aquila, a non abbandonarla... ma non è andata come credevo. I miei amici studenti a L'Aquila non sono più tornati... eravamo solo io, la mia coinquilina F. e una mia cara amica, M. ...
Io, che non sono mai stata sola nella mia vita, quest'anno ho sofferto moltissimo la solitudine.. e forse è stata proprio quella la molla che mi ha spinto a prendere questa decisione...
So già che mi mancherà la mia vita lì.. mi mancherà la vità in città, con tutto quello che comporta... mi mancheranno tutte le mie abitudini.. mi mancherà la mia indipendenza... ma questo non è un addio.. solo un arrivederci.. a tempi migliori, si spera!

11 commenti:

the muffin woman pat ha detto...

Ok.
Appurata la scelta dolorosa.
Adesso fai un sorriso e cerca di pensare che ci saranno dei lati positivi anche nel ritorno.
Giurami che almeno per una volta ti farei fare la lavatrice e non stirerai tutta la roba da sola:)
Coraggio.
Come mi dice sempre mammi:
"Chiusa una porta, si apre un portone"

Princesse ha detto...

Giuro... ;)
Grazie pat!!

Federica ha detto...

anche per decidere di andare ci va coraggio e tu, princesse, sei una principessa coraggiosa

minerva ha detto...

Sei coraggiosa, davvero. Ce la farai. Anche se lascerai l'Aquila, ce la farai.
Mi sento solo di dirti di sorridere e che ti voglio tanto bene.
Baci
Minerva

Chiara ha detto...

L'altro giorno sentivo alla televisione di nuove scosse, a quanto pare neanche tanto leggere. Sentivo di tende, di punti di incontro; la paura è tornata quasi anche a me, pur non avendo vissuto tutto in prima persona.

Sai, quando ho sentito tutto ciò ti ho pensata.
Tempo fa avevo letto qui nel tuo blog un post dove raccontavi l'incubo di quella notte.
Mi sono venuti i brividi.
Poi leggevo (sempre dai tuoi post) la lenta ripresa della vita quotidiana a L'Aquila. Sembravi molto contenta.

Adesso che leggo le tue paure, la tua delusione (credo ci sia anche questa tra le tue righe), mi rendo conto che hai preso la giusta decisione, nonostante questa sia abbastanza sofferta.

E' giusto vivere tranquilli, ne hanno tutti bisogno. Soprattutto per studiare serve molta calma, altrimenti si combina poco e niente.

Ti auguro di ritrovare la tua serenità e, perchè no, di tornare a L'Aquila, un domani, se e quando ti sentirai pronta di farlo!

federica ha detto...

Ti auguro di essere felice!!E' una scelta dolorosa.Ci vorrà tempo affinchè l'Aquila rinascerà.Spero che tu possa superare questo periodaccio
Un bacio grande Fede :)

donatella ha detto...

In passato ho vissuto un dramma simile, non era un terremoto ma un'alluvione, con lo sfollamento e quasi piu' nulla tra le mani...
Anche una volta ricostruito tutto e tornata dove vivevo, la paura non mi ha piu' abbandonata.
Me ne sono andata per sempre.
E avrei fatto la tua stessa scelta.
Un abbraccio.

mammalellella ha detto...

mi spiace.
soprattutto perchè si sono incrinati i tuoi sogni, ma sei forte e in gamba, vedrai che ne troverai altri di sogni.

un abbraccio

mina ha detto...

mia cara sei sempre stata forte e coraggiosa è solo che fino ad ora non ci credevi....ma adesso te ne sei resa conto anche tu e adesso puoi solo andare avanti!!!!!...e poi puoi sempre contare su di me!!!!

zicin ha detto...

Sei forte e matura e son sicura che prenderai il lato buono di questa scelta.
Un abbraccio

biondatinta ha detto...

Si chiude solo un capitolo, non è detto che tu non possa un giorno ritornare e ritrovare la città migliore. ci vuole del tempo. intanto goditi il ritorno al tuo paese. un abbraccio!