"Ou ne voit bien qu'avec le coeur...
L'essentiel est invisible pour les yeuse"

(Antoine De Saint Exupery)

mercoledì 2 febbraio 2011

E' mai possibile??

Ieri sono stata in ospedale a L'Aquila a fare la mia solita visita mensile di controllo, in quanto portatrice abbastanza sana (almeno in questo periodo!) di una malattia cronica invalidante.. ma questa è un'altra storia che un giorno forse vi racconterò... 

Vi dicevo che ieri mattina ero in ospedale ed ero seduta nella saletta d'aspetto... in attesa, appunto, che scendesse il Prof. per iniziare le visite... 
Mentre leggevo il mio libro mi si è seduta vicino una ragazzina. Avrà avuto sui 14-15 anni, si è seduta ed ha cominciato a dondolarsi avanti e indietro sulla sedia. La mamma è arrivata correndo, le si è seduta davanti e ha cominciato a darle pacche sulla spalla imponendole di star ferma.
Dopo qualche minuto la ragazzina ha cominciato a parlare ad alta voce "Sto messa male io"... "Adesso sono contenti a scuola" ... "Cos'è quello?" rivolgendosi alla mamma e indicando un libro che leggeva un'altra ragazzina seduta davanti a noi... La ragazzina era palesemente autistica, anche se in forma lieve... ma chiaramente non è questo il problema.
Nella saletta, a parte qualche sguardo imbarazzato, nessuno ha mostrato il minimo interesse per la situazione, nessuno si è infastidito per la sua invadenza, nessuno ha mostrato il minimo di irritazione per quello che ha detto o fatto quella ragazzina... nessuno, tranne sua madre. 
Sono rimasta sconvolta dal comportamento di quella donna... era palesemente urtata e imbarazzata per il comportamento della figlia, che ripeto, a parte qualche commento ad alta voce non stava facendo assolutamente nulla. 
Quella donna si vergognava in maniera esplicita e palese delle condizioni della figlia.
E' stata tutto il tempo a guardarsi intorno con aria imbarazzata e nervosa, appena la ragazzina iniziava a parlare, la ammoniva con un secco "sta zitta"...

E' una cosa che mi ha lasciato addosso una tristezza immensa... come può una mamma vergognarsi della propria figlia? Io non ho figli eppure non riesco a concepire una cosa del genere. 
Facendo volontariato presso una casa famiglia per bambini disagiati, ho visto molti bambini, in condizioni peggiori della sua, andare avanti e migliorare proprio e soprattutto a causa del sostegno e dell'amore dei proprio genitori e delle persone che si occupavano di loro... e allora ho pensato a quella ragazzina. Una mamma che si vergogna e non accetta  la condizione della propria figlia, può essere una buona mamma? può aiutarla nella sua crescita, può darle il sostegno di cui ha bisogno??
Io non ve lo so dire.. quello che so è che il comportamente di quella donna non mi è piaciuto, non l'ho condiviso, e a giudicare dagli sguardi, non ero l'unica in quella saletta a pensarla così.

11 commenti:

valepi ha detto...

lascia molta tristezza anche a me... la stessa che mi lascia mia madre quando mi racconta dei genitori di bimbi che alle elementari fanno finta di non sapere che i figli avrebbero bisogno del sostegno e si tappano gli occhi anche di fronte ai suggerimenti degli insegnanti... per fortuna conosco anche delle mamme molto diverse... ma spesso mi chiedo come cresceranno i bimbi meno fortunati...

Federica ha detto...

mi fanno pena entrambe: la ragazzina che non viene accettata dalla mamma e sicuramente ne soffre e la mamma che non riesce ad accettare la figlia e credo soffra anche lei.

forse in queste situazioni ci sarebbe bisogno di un sostegno psicologico.

sospesanelviola ha detto...

conosco una situazione molto simile di una bambina che trovo a messa la domenica....queste storie mi mettono molta tristezza...ma non mi sento di esprimere un giudizio su quella madre, anche lei avrà sicuramente bisogno di qualcuno che le faccia capire che non deve comportarsi così!

zicin ha detto...

Cara Princesse,
è difficile fare i genitori... parlo da insegnante...spesso non conosco i propri figli e in qualche caso...come dici tu...non li accettano fino in fondo.
I genitori dovrebbero essere dei punti di riferimento... dare fiducia e benessere attraverso il loro comportamento...cosa che mi pare questa mamma non facesse.
Che tristezza!!!
Un abbraccio

bussola ha detto...

oddio che storia triste.....come può una madre provare imbarazzo per la figlia..... è veramente una cosa contro natura

Princesse ha detto...

Ho continuato a pensare a quello che vi ho sìraccontato nell'ultimo post fino ad ora, dopo aver scritto il post me ne sono quasi pentita... quella è stata la reazione del momento, sono rimasta molto male nel vedere quel comportamento. Ma poi, riflettendo, penso che non si possano giudicare queste situazioni senza esserci passati, senza averle vissute sulla propria pelle.

mina ha detto...

Che tristezza!! Credo però che non si possa giudicare una madre o una figlia solo vedendoli in una sala d' aspetto!! Dietro frasi e gesti e sguardi ci sono mondi a noi sconosciuti, sofferenze che nemmenon possiamo immaginare e forse alcune volte i genitori non sono abbastanza forti da poter sostenere il loro dolore e quello dei figli.

Giusy.. ha detto...

Tesoro...sono mamma di due meravigliose bambine...Ascoltami...mi spiace per entrambi tutte e due.
Ma non possiamo giudicare tesoro...
i bimbi molte volte hanno degli atteggiamenti scorretti per attirare l'attenzione o semplicemente per apparire superiori...Anch'io ho fatto tempo fa volontariato..e credimi ne ho viste tante.
Ma quella mamma...non si vergognava della figlia...era solo imbarazzata dell'atteggiamento sciocco della bimba...e non potendole fare capire a tono che doveva smettere era imbarazzata.
I bimbi sono molto teneri e fragili...ma molte volte furbi...Approfittano ad esibirsi in luoghi estranei...o davanti a persone estranee semplicemente per attirare la loro attenzione.
Usano atteggiamenti strani e molte volte non vengono capiti.
Io credo che questo disagio è dovuto da un certo tipo di linguaggio del bambino...non avendo modo di dialogare...o scarsa comprensione agiscono in questo modo per farsi coccolare o stare al centro dell'attenzione.
Molte volte tesoro...giudichiamo...ma fermiamoci a pensare perchè quella mamma sentiva quel forte disagio...e perchè quella bimba si ostinava ad un certo tipo di atteggiamento.
Molte volte i bimbi per avere un giocattolo nuovo,un gelato,un libro che magari a un amico fanno i capricci e usano queste strategie per far si che l'adulto cede...no..non è così che si deve fare...Ogni tanto bisogna dire no.
Educare è dura..essere genitori lo è altrettanto...C'è il momento del si e il momenti no.
Un caro abbraccio tesoro...e non sentirti in colpa sei stata fragile ed è comprensibile a giudicare l'atteggiamento della piccola.
Su dai...fammi un sorriso:)
Ti stringo.

Princesse ha detto...

Sono stata forse un po' precipitosa nel giudicare, e non è assolutamente da me... per questo continuo a pensarci da giorni. Però so quello che ho visto...descriverlo nel blog non è facile, e probabilmente non ci sono riuscita... ma quella bambina non stava facendo semplicemente i capricci, quella era una ragazza autistica, e sono sicura di quello che dico, per motivi che non voglio scrivere qui.
E anche il comportamento della mamma era chiaro. C'è differenza nell'essere irritati per dei capricci inutili ed essere in imbarazzo per la condizione del proprio figlio.

MeryBimbaDark ha detto...

Buonasera Shani ^^ che bella scelta grazie mi hai fatto ricordare di quando ero bambina e mi facevo leggere le favole tra cui anche questa XD ricordo che a forza di farmele rileggere un giorno mia madre mi nascose il libro ... un abbraccio cara a presto ...
Buona sera principessa ... hai ragione quando dici che quello che hai scritto sul blog non può farci capire l'atteggiamento reale che ha avuto la madre con sua figlia ecco perchè dico che solo tu hai potuto sentire realmente quello che c'è stato ... cmq purtroppo ora non so se era questo il caso ma ci sono davvero mamme che si vergognano di questi bambini che purtroppo non per colpa loro sono nati con problemi come la ragazza descritta senza che l'abbiano scelto ,mentre delle volte ci sono madre che al contrario con figli davvero maleducati e con comportamenti scorretti nei confronti delle persone che gli elogiano facendogli passare ogni sfizio .. questi sono atteggiamenti che davvero su questa terra non si capiscono … un bacio cara a presto

kriegio ha detto...

Il tuo racconto mette tristezza. Giudizi a parte, che nessuno vuole e può dare, come dici tu, lascia l'amaro in bocca. Baci