"Ou ne voit bien qu'avec le coeur...
L'essentiel est invisible pour les yeuse"

(Antoine De Saint Exupery)

domenica 23 agosto 2009

Coinquiline... gli enormi poteri del Faccialibro!!

La mia vita da universitaria fuorisede è cominciata il 30 settembre del 2003, ormai quasi sei anni fa, e da quel fatidico giorno ho avuto la bellezza di ben 12 coinquiline...
fortunatamente sono una che si adatta facilmente e riesce a vivere in pace e armonia interiore praticamente in qualunque situazione... naturalmente per ovvi motivi caratteriali si lega di più con alcune persone rispetto ad altre, ma nei limiti del possibile mi sono trovata bene con quasi tutte le mie coinquiline passate e presenti... dico "quasi" perchè anche la mia infinita pazienza ogni tanto, anche se molto a lungo, segna rosso...

Nello specifico la spia della mia riserva di pazienza si è accesa prepotentemente nel corso del mio secondo anno di vita da fuori sede quando mi sono trovata a vivere sotto lo stesso tetto con altre tre ragazze: S. P. ed E. ... all'inizio tutto procedeva per il meglio... in casa sembrava esserci armonia... eravamo in 5, noi 4 e il fidanzato di S. che per motivi lavorativi si è trovato a vivere per un paio di mesi con noi... l'anno precedente con le mie coinquiline funzionava così: ognuna faceva la propria spesa e cucinava le proprie cose, ma mangiavamo comunque tutte insieme, almeno quando gli orari di università e lavori lo permettevano...
Il secondo anno, invece, avevamo deciso di fare la spesa tutti insieme... "Cavolo", pensavo, "adesso siamo proprio come una famigliola, quest'anno mi troverò ancora meglio che l'anno scorso"... niente di più sbagliato, nel giro di qualche settimana sono cominciati i problemi... perchè se è vero che io mi adatto in tutte le situazioni, se ci sono due cose che non sopporto sono la falsità e la presunzione di sentirsi migliori degli altri... e in quella casa c'era una persona che incarnava alla perfezione entrambi gli aspetti... E. ...
Personalmente mi è stato subito chiaro che io e lei non avremmo mai potuto diventare amiche, troppo diversa da me, troppo incompatibile con il mio carattere, ma io la vedo così... non possiamo diventare amiche, ok, ma almeno cerchiamo di venirci incontro per vivere serenamente giàcchè condividiamo la stessa casa.. lei decisamente non era del mio stesso pensiero... sembrava divertirsi a creare problemi...

Ora... raccontarvi tutto sarebbe impossibile senza togliervi la voglia di leggere il mio blog vita natural durante quindi vi risparmio questo supplizio e mi limito all'essenziale... qualunque decisione si prendesse per organizzarci con la spesa lei era in grado di distruggerla in meno di una giornata... "io porto il detersivo da casa così non spendo i miei soldi quindi dovete portarli anche voi"... ok, facciamo che ognuna procura come vuole un detersivo..."e no, perchè se io porto il detersivo Tizio per il bagno che costa 1.60 euro voi non potete portare il detersivo Caio per i piatti che costa solo 1,40 euro..." ... e vai con la lista di detersivi che avevano più o meno lo stesso prezzo... per il quieto vivere...
Teneva tutte le sue cose chiuse a chiave in camera, comprese la padella per cuocere la carne e le cose per la colazione.. che poi bella mia ti voglio dire una cosa... ma ti pare che con le marmellate buonissime che fa la mia mamy io vado a fregare la tua comprata al supermercato.. ma va la... comunque...
la cosa peggiore era che Crudelia sembrava avere un potente influsso negativo anche su P. ... tanto che dopo pochi giorni erano finite anche a dividere la stessa camera... quella di E. rigorosamente chiusa a chiave...

Si erano create due fazioni... da un lato S. con cui mi trovavo decisamente bene... dall'altro Crudelia e la sua dama di compagnia... e io in mezzo, al centro tra Guelfi e Ghibellini perennemente in lotta...
Siamo andate avanti fino a Natale dopodichè, al ritorno dalle vacanze S. non è tornata a casa con noi, veniva si e no un giorno a settimana, al massimo due e io mi sono ritrovata da sola contro il nemico.. subito ho preso la palla al balzo... approfittando di un problemino di salute che era giunto nel frattempo ho ricominciato a fare la spesa per conto mio senza dover tenere conto a Crudelia del prezzo delle mie mele o di quanto avessi speso in una settimana per la carne... e soprattutto ricominciando a mangiare di tutto e non le solite tre cose a ripetizione..

Praticamente vivevo da sola... le loro seratine non prevedevano mai la mia presenza, ma naturalmente la loro falsità gli impediva di dirmelo in faccia, per cui facevano finta di andare a dormire presto lasciandomi come un baccalà al tavolo della cucina per poi guardare dvd, organizzare partite di giochi di società e così via nel loro bunker... neanche fossi stata sorda...

Poi, visto e considerato che esiste una grazia divina, E. ha cambiato lavoro e città e ha lasciato il nostro appartamento.. (evvai coi fuochi d'artificio... yuppiiiiiiii) e la sua dama di compagnia con lui... L'atteggiamento di P. nei miei confronti è cambiato dal giorno alla notte e fondamentalmente la nostra convivenza è proceduta molto meglio di come era iniziata... ma io sotto questo punto di vista non sono molto malleabile... non riesco a fidarmi di persone che come le bandiere si muovono a seconda del vento.. e siccome non sono una falsa, se la penso in un certo modo mi comporto di conseguenza quindi abbiamo vissuto insieme, ma sicuramente non siamo diventate grandi amiche...

Quell'anno è stato forse il peggiore della mia vita da universitaria fuori sede, per il resto ho cambiato casa, l'anno successivo, e svariate coinquiline... con alcune sono nate delle bellissime amicizie che durano nonostante le strade diverse intraprese e la lontananza... con altre finita la convivenza ci siamo perse di vista... in alcuni casi senza troppi rimpianti, in altri, invece, con un po di sana nostalgia... fino a che non c'è stato il boom del Faccialibro (facebook per intendersi)... e grazie agli enormi poteri del suddetto faccialibro un paio di giorni fa sono riuscita in un impresa in cui mi scervellavo da anni... rintracciare l'unica coinquilina con la quale avrei voluto rimanere in contatto del sopracitato secondo anno di vita universitaria... S. ... che sta per Schejla... vi dicevo che la nostra convivenza si è interrotta prima del previsto.. ci vedevamo poco, ma era nata una bella amicizia... poi mi è capitato di perdere il mio cellulare e con esso tutti i numeri salvati nella rubrica, compreso quello di Schejla... inoltre dopo aver comprato un nuovo cellulare ho anche cominciato ad utilizzare un nuovo numero di telefono... per di più anche lei aveva da poco cambiato numero e quindi non l'avevo ancora scritto sulla mia rubrica cartacea... insomma, non c'è stato verso di rintracciarla.. in questi anni ci ho provato in tutti i modi, ho cercato sulle pagine bianche ma, non sapendo il nome di suo papà ... niente... l'anno scorso sono stata al suo paese 4 giorni per un weekend e ho chiesto in giro, ma nessuno ha saputo darmi delle informazioni... poi l'altro giorno mentre trafficavo sul faccia libro provo ad inserire il suo nome... premo il pulsante cerca amici, ma non mi da nessun risultato... stavo per chiudere e ... zac.. mi si accende la lampadina... forse non c'è lei, ma potrei trovare qualcuno che la conosce... inizio la ricerca mediante l'università, il paese di nascita, provo ad inserire il nome del suo fidanzato dell'epoca (con cui progettava il matrimonio...) e alla fine mi torna il mente il nome particolarissimo di sua sorella e provo ad inserirlo... ed eccola li, la sorella di Schejla è iscritta al Faccialibro.. non me lo faccio ripetere due volte e le mando un messaggio spiegandole la situazione.. e dopo un paio di giorni mi arriva la sua risposta...


"CIao NENNA si sono proprio la sorella di SCHEJLA che adesso è quì con me insieme alla sua bimba di 13 giorni. Il suo numero é ..."


Inutile dirvi il piacere immenso che mi ha dato questa notizia... appena possibile andrò a trovarla e a conoscere la piccola erede...

E per tutti quelli che pensano che Fb sia solo una perdita di tempo... ebbene io vi ho dimostrato che, se preso a piccole dosi e usando il cervello, il caro signor Faccialibro ha dei poteri veramente eccezionali... :-)



3 commenti:

sospesanelviola ha detto...

su faccialibro-lo chiamo anch'io così- e il suo utilizzo concordo con te!!!
per la storia dei detersivi...bah e mah...mai sentita!!!davvero strane le tue coinquiline!

Princesse ha detto...

non tutte, solo Lei... e questo è niente, ne avrei di cose da dire... :-)
però alla fine anche le esperienze non proprio positive servono... adesso quando ci ripenso mi sbellico dalle risate!!

the muffin woman pat ha detto...

io ho trovato la mia amichetta di infanzia.
emozione indimenticabile:)