"Ou ne voit bien qu'avec le coeur...
L'essentiel est invisible pour les yeuse"

(Antoine De Saint Exupery)

martedì 24 maggio 2011

Una figura da Oscar... io dico la mia!!!

Oggi voglio raccontarvi una delle mie figure di cacca storiche... e lo faccio per un motivo particolare... con questa figuraccia partecipo al candy di Simo..Una figura da Oscar!!
Il Candy scade tra pochissimi giorni... io sono settimane che penso e ripenso alle mie figuracce, e non riesco a sceglierne una fra tutte... 
Potrei raccontarvi di quando sono caduta per le scale a scuola, nel bel mezzo della ricreazione, attraversando tutto l'atrio, stracolmo di studenti, a faccia in giù, neanche fossi una palla lanciata da un giocatore di curling...
Oppure potrei raccontarvi della volta che sono rimasta un quarto d'ora appesa al collo di un mio amico, sbaciucchiandolo e ripetendo quanto fossi contenta di rivederlo... per poi accorgermi che il mio amico mi guardava dall'altro lato della macchina e che quello sceso dal lato del guidatore era un SUO amico...
O ancora vorrei raccontarvi di quando, durante l'esame di fisica applicata alle biotecnologie all'università, volevo raggiungere la cattedra per prendere un foglio bianco, e scendendo la gradinata sono inciampata sul filo del proiettore, strammazzando al suolo con il proiettore addosso... avrei voluto scavare una buca e infilarmici dentro alla velocità della luce, ma fondamentalmente non sono neanche riuscita ad alzarmi, prima dell'intervento del professore e di due compagni di corso..
Insomma, da raccontarne ne avrei a bizzeffe... queste sono solo le prime che mi sono venute in mente in questo momento... ma quella che ho scelto per il Candy di Simo è un'altra... una figuraccia a cui sono particolarmente affezionata!!


Prima di raccontarvi il fattaccio, però, devo fare un paio di premesse.
1. Non riesco a dormire prima di aver messo perfettamente in ordine la stanza. Di solito verso l'1,30 - 2 decido di abbandonarmi tra le braccia di Morfeo, e allora passo la mezz'ora successiva a sistemare libri, vestiti, computer , ecc... il tutto con le cuffiette dell'i-pod nelle orecchie... praticamente sistemo la stanza ballando e canticchiando, e poi mi spoglio per tuffarmi nel lettuccio, sempre a ritmo di musica!!!
2. Nella mia casa da studentessa universitaria c'erano le tapparelle... io odio essere al buio completo e non vedere il primo sole entrare nella stanza, quindi non le tenevo mai del tutto chiuse, ma sempre con i forellini aperti... appena entravo in camera la notte spegnevo la luce e accendevo la lampada che avevo sul comodino, e che proiettava la mia ombra dritta dritta verso la finestra del balcone.
3. Dritta di fronte al balcone della mia stanza c'era una palazzina interamente abitata da studenti, tutti maschi.


Ok, ora passiamo ai fatti... una mattina come tante mi alzo, apro le finestre e le tapparelle ed esco sul balcone, sorridente e piena di fiducia nel nuovo giorno appena iniziato... ma improvvisamente uno strano oggetto misteriosamente comparso sul mio balcone attira la mia attenzione... l'oggetto in questione è esattamente questo...






Lo prendo e rientro... corro a svegliare la mia allora nuova coinquilina, ora grandissima amica F., e apro il foglietto. Lo leggo e non capisco, sembra una lista di cose senza senso.. mentre F. continua a guardarmi mezza assonnata e con aria interrogativa, io lo leggo di nuovo, e in un attimo un'improvvisa voglia di scomparire dalla faccia della terra si fa breccia nel mio cuore.. sento le guance diventare sempre più rosse, ho un caldo assurdo e comincio a camminare avanti e indietro blaterando qualcosa come "stavo sistemando... musica... forse ballavo..." 
F. afferra il foglietto, lo legge e, collegandolo immediatamente alle mie parole sconfusionate, scoppia a ridere... e più lei ride, più io vorrei sprofondare... finchè non mi lascio contagiare e scoppio a ridere anche io... e così una mattinata che doveva essere interamente dedicata allo studio si è trasformata in una mattinata interamente dedicata a ridere! A ora di pranzo ci facevano male tutti i muscoli della pancia... :D


Ed ecco a voi il testo integrale del famoso foglietto..



"Halo Miss sconosciuta,
siamo i ragazzi del palazzo di fronte, gli stessi che osservano la tua silhouette muoversi fascinosamente al di là delle tapparelle.
Il tuo continuo passeggiare fa scaturire in noi animose discussioni ispirate dalle più disparate argomentazioni a cui solo tu saprai porre vincitore:
- sei in balia di uno studio frenetico?
- hai un ragazzo a cui piace in particolar modo lo striptease?
- hai il fuoco di Sant'Antonio?
- hai le finestre bloccate e muori dal caldo?
- hai manie esibizioniste?
- o cerchi solo un pretesto per essere invitata a cena?

ps: questo è il terzo tentativo di lancio"


Praticamente mentre io sistemavo la camera ballando a corpo libero, e mi spogliavo per tuffarmi nel lettino, la mia lampada proiettava la mia ombra fuori, attraverso i forellini della tapparella... e i ragazzi dell'appartamento di fronte si godevano le ombre cinesi direttamente dal balcone di casa loro, immagino sbellicandosi dalle risate!!
Per un mese non ho osato uscire sul balcone! Stendevo i panni la mattina presto, quando le loro tapparelle erano ancora tutte abbassate... poi fortunatamente è arrivato agosto, e quando a settembre siamo rientrate gli inquilini dell'appartamento di fronte erano cambiati... chiaramente anche negli anni a venire non ho mai più sistemato la camera con le tapparelle semiaperte... le abbassavo tutte e, solo una volta terminato il riordino, le riaprivo leggermente  e mi tuffavo nel lettuccio!! 
Ogni tanto riprendo il fogliettino e lo rileggo, e ancora sento le guance diventare bordeaux in pochi istanti!!!


Simo, che dire, spero che il post sia di tuo gradimento!! :)

10 commenti:

cri-val ha detto...

Oh mamma...ti capisco!! Però dai, se ci pensi a mente serena, è troppo divertente!!
Ciao ciao
Cri

Simona ha detto...

E' pure un filino hard questo aneddoto!guarda guarda la mia Principessa...anvedi oh!
Okay, sto scrivendo ma la scena mi fa ridere, è troppo bella!Come pure quelle che hai scritto!Mannaggia a te, sei in gara abbestiaaaaaa!!!
Grazie della partecipazione, il tuo diciamo balletto, mi è piaciuto assai.
Smack!!

Artemisia1984 ha detto...

Oh mamma mi hai fatto morire dalle risate!!! si fa per dire ...ovvio..visto che ancora scrivo!!!
A parte in bigliettino...facevo anch'io le tue stesse performance notturne..tapparelle, lampada, ordine!!!! Però i miei dirimpettai erano molto lontani..se pur avessero voluto recapitarmi un messaggio, avrebbero dovuto ricorrere ai piccioni viaggiatori!

the muffin woman pat ha detto...

ahahahaahahahahhahahahaha
ahahahahahahahahahahah
ahahahahahahah

comunque ti prego dimmi che gli hai rispostoooooooooooooo.

"ok ditemi a che ora mi devo presentare per la cena :))))"

Federica ha detto...

che figura di m*********** sto ridendo come una pazza

Kylie ha detto...

Però dai almeno hai trascorso una bella giornata di risate!

Un abbraccio

kriegio ha detto...

Ah ah ! Però simpatici i vicini, dai!!
Anch'io voglio sapere se sei andata a cena....

Princesse ha detto...

Noooooo... mi alzavo alle 5 per stendere i panni prima che si svegliassero, figuriamoci se andavo a cena...
E non ho neanche risposto!
Di solito prendo con più disinvoltura le mie innumerevoli figuracce, ma questa è stata troppo imbarazzante, ancora mi vergogno se ci ripenso!!

Noemi ha detto...

Caspita, devo stare attenta!! Anche io faccio sempre quello che fai tu: iPod, mettere a posto girovagando per casa e poi cambiarmi per la nanna!! :-)
Cmq non ti preoccupare che in fondo come figuraccia non era poi così terribile! :-)

Chiara ha detto...

Ahahahah!! Figura spettacolare!