"Ou ne voit bien qu'avec le coeur...
L'essentiel est invisible pour les yeuse"

(Antoine De Saint Exupery)

venerdì 9 luglio 2010

Ciao Angelo...

Ciao Angelo,
Come va? Che combini lassù?
Ogni tanto provo a immaginarti... nella tua nuova casa, nel tuo nuovo mondo... ti immagino vestita di bianco... o forse sei ancora con il pigiamino? quello che portavi quando te ne sei andata via... no, credo di no... quello era tutto sporco e rovinato... La tua sorellina è li con te, vero? sempre insieme voi due... Alcune volte mi capita di pensare che se proprio dovevate intraprendere questo lungo viaggio, è meglio che siate partite insieme... non avreste sopportato di stare separate per così tanto tempo...
Proprio l'altro giorno sono passata davanti a casa vostra.. le macerie non ci sono più... al loro posto è rimasto solo un grande vuoto tra i palazzi... ho sentito dire che forse lì non ricostruiranno... che il terreno non era adatto, che si era costruito sopra le vecchie cave, riempite con materiale di riporto che nel corso degli anni è stato portato via dalle falde acquifere sotterranee.. così con la scossa del 6 aprile i palazzi sono letteralmente spofondati nel vuoto... portandosi via le vite che ospitavano... 
Qui le cose sono molto diverse da come le hai lasciate... il centro è completamente blindato... presidiato 24 ore su 24 dall'esercito... la sera appena il sole tramonta non si accendono più le luci, tutto viene avvolto nel buio e nel silenzio... anche l'università un po è cambiata.. ma non molto.. la nostra facoltà ha retto bene la scossa ed è stata riaperta quasi subito... solo i laboratori sono ancora nelle tensostrutture... ma tu queste cose le sai già vero?
Ci guardi sempre da lassù? Immagino le risate che ti farai a vederci entrare all'università sempre di fretta, con tremila libri in mano e la borsa appesa al braccio...
L'hai appesa al muro della tua nuova cameretta la tua laurea "ad memoriam"?  Non ti piace eh... tu volevi prenderla insieme a noi, volevi finire gli esami, a te non piacciono le scorciatoie... 
Sai, ti ho dedicato la mia tesi... e non piangere... che altrimenti mi commuovo anch'io... e stamattina mi sono ripromessa di non piangere... oggi non devo piangere perchè oggi deve essere un giorno di festa... è il tuo compleanno! Oggi compi 26 anni...
Stamattina appena mi sono svegliata sono uscita sul balcone e ho guardato in cielo... c'era solo una nuvoletta simpatica che passeggiava solitaria... tu eri li vero? io credo di si... Ti è arrivato il bacio che ti ho mandato? 
Si, lo so.. ti sto facendo un interrogatorio... è che vorrei sapere come stai, come te la passi lassù... tu sai tutto di noi, ma noi non possiamo sapere nulla di te...
Scusa se non sono mai venuta a trovarti nella bella casa che i tuoi genitori ti hanno sistemato quaggiù da quando sei partita... ma non è che mi va tanto... insomma, li c'è solo la tua foto.. non voglio venire a trovarti se poi non possiamo parlare e abbracciarci... preferisco guardare verso l'alto e immaginarti sulle nuvole che attraversano il cielo... ti immagino allungata a pancia in giù a guardare verso il basso.. mentre canticchi una canzone di Vasco, magari...
Ti manco almeno un po? Tu mi manchi tanto... mi manca il tuo sorriso, la tua voglia di vivere... le tue meravigliose fossettine sulle guance...
Sono giorni un po strani... non ho voglia di fare nulla, vorrei solo poter avere una macchina del tempo che mi riporti indietro... ho tanta nostalgia e poca voglia di andare avanti, piango spesso, quando sono sola perchè non voglio che anche chi mi sta intorno si intristisca... ma passerà... ne sono passati tanti di periodi così in questi quindici mesi... 
Sono già passati 15 mesi da quando ho sentito la tua mamma alla tv che vi cercava... quando l'ho sentita pronunciare il tuo nome... mi è mancato il terreno sotto i piedi... ero tornata a casa da poco e ancora non riuscivo a chiudere occhio, continuavo a sentire la casa muoversi e le ambulanze, le grida... anche se ormai ero abbastanza lontana da L'Aquila... quei rumori mi avevano seguita lungo il tragitto fino a casa dei miei...
Come potevo immaginare che tu eri già andata via... avevi anticipato il tuo rientro a L'aquila, come se ad aspettarti ci fosse qualcosa di molto importante...
Poi ho fatto qualche telefonata per avere notizie più precise e mi hanno detto che vostro fratello Alessandro aveva già fatto il riconoscimento... ormai non c'era più spazio per le speranze... te ne eri andata, eri già partita per questo lungo viaggio lasciandoci qui tra i nostri ricordi e le nostre speranze... tra gli impegni quotidiani sempre velati di malinconia, con un vuoto incolmabile in cui nuotano lentamente i nostri sogni, che fino a quel momento erano anche i tuoi...
Auguri piccola, non mi abbandonare mai come io non smetterò mai di pensarti...



14 commenti:

Erica ha detto...

Tesoro.. non mi è scesa una lacrima solo perchè sono in ufficio.. tantissimi auguri anche da parte mia alla tua amica.. Un bacio grande!

zicin ha detto...

Ho un groppo in gola e le lacrime agli occhi. La vita sa essere molto dura. Non commento, non aggiungo nulla perchè ogni parola suona banale.
Un abbraccio forte e auguri al tuo Angelo

Only Me ha detto...

mi hai fatto commuovere con la tua sensibilità.
hai fatto rivivere e conoscere a tutti noi questa meraviglia.
come dice zicin, aggiungere altro stonerebbe.
accetta il mio abbraccio sincero.

Simona ha detto...

Non ho parole. Questo tuo pensiero è talmente intimo e delicato che qualsiasi cosa dica risulterebbe fuori luogo. Ti abbraccio.

Marisa ha detto...

Un abbraccio, solo questo.

bussola ha detto...

veramente emozionante.... non ci sono parole.....
è stato molto triste per noi che vedevamo la cosa solo in televisione.... o ci arrivava qualche scossa da lontano... per voi immagino sia stato devastante

minerva ha detto...

Ecco. due giorni che leggo e rileggo questo post e non trovo le parole per commentare. Ti basti sapere che è una perla preziosa.
baci
Minerva

azzurro ha detto...

non ho parole...si è fermato il tempo mentre ho letto questo post bellissimo

Chiara ha detto...

Non mi è mai capitata una tragedia del genere, per fortuna.
Il tuo dolore posso solo immaginarlo, ma da come scrivi deve essere veramente grande.
Mi hai fatto commuovere.

Mila ha detto...

Auguri dolce angioletto...

claudia ha detto...

quanto è bello e quanto è triste questo tuo scritto!
un abbraccio virtuale
Claudia

Federica ha detto...

sto piangendo.

solo un abbraccio, a te e alla tua città

mammalellella ha detto...

mi sono commossa!

un baciotto piccola-grande Princesse.

maya980 ha detto...

Anch'io nove mesi ho perso un'amica in una fredda e maledetta sera di novembre. Il tempo scorre inesorabile ma il ricordo di chi ci ha lasciati vive dentro di noi e con noi rimarrà sempre...Un abbraccio.