"Ou ne voit bien qu'avec le coeur...
L'essentiel est invisible pour les yeuse"

(Antoine De Saint Exupery)

giovedì 7 ottobre 2010

Amici Bloggerini... Benvenuti al Sud!!

Non riesco a recensire tutti i film che vedo tra cinema, prime visioni sul digitale terrestre e dvd... quindi, dovendo fare una cernita ho deciso di recensire il film che ho visto ieri sera al cinema... semplicemente perchè è stato uno dei film più divertenti che io abbia visto negli ultimi anni... strepitoso sarebbe dire poco! Ho riso per un'ora e mezza, praticamente senza interruzioni... anche durante l'intervallo nessuno è riuscito a smettere di ridere!!
Dunque, miei carissimi amici bloggerini... Benvenuti al sud!!



Premessa numero 1: io sono del centro, quindi dovrei essere neutra... dovrei, ma no lo sono... non me ne vogliano i tanti amici bloggerini del Nord... ma io Amo il Sud!
Premessa numero 2: non sto a riportarvi la trama e il cast, che potete leggere in ogni dove, ad esempio nel sito ufficiale!

Il film è il remake capovolto della commedia francese "Bienvenue chez le Ch’tis", conosciuta in Italia come Giù al Nord..
Come vi dicevo l'ho trovato un film strepitoso, divertente, brillante, esilarante, pieno di colori, di sapori, di sentimenti!

E' un film in cui a farla da padrone sono gli stereotipi.. 
Il Sud, terra di criminalità organizzata e monnezza...
Il Sud... patria dei Terroni... nullafacenti, caffeinomani, imbroglioni fino al midollo... I Terroni che quando parlano gesticolano e urlano... i Terroni che sono "basici" (alias sempliciotti) e parlano una lingua incomprensibile...


L'uomo del "Norde"... il milanese Doc, lavoratore, abitudinario e precisino, con una mentalità chiusa quanto una cintura di castità... il Milanese che, ricevuta la comunicazione di trasferimento al Sud, domanda "Al Sud? tipo, a Bologna?".. il Milanese che vive il trasferimento nel profondo sud come un vero e proprio incubo... che parte "armato" fino ai denti, neanche dovesse andare in missione in Kossovo...


Il Milanese che inizialmente non si fida di questi Terroni del Sud, ma che imparerà presto ad amare il loro modo di essere, la loro ospitalità, i loro sentimenti, le loro tradizioni, il loro cibo, il loro darsi completamente ad un amico.. perchè se con ci conosciamo, "poi ci conosceremo".. e perchè no, anche il loro caffè!

Un film che fa capire quanto si possa far ridere anche senza scadere nella volgarità, tra un sanguinaccio e una frase in dialetto... che sia dialetto napoletano o milanese poco importa. Un cast meraviglioso, che ha arricchito il film di una mimica pazzesca, che avrebbe fatto ridere anche ad audio spento!
E sullo sfondo, una location divina!

Vi lascio con la mia solita riflessione... ci rendiamo davvero conto di quanto i pregiudizi condizionino la nostra vita? di quanto spesso la realtà sia diversa se vista da vicino, senza quelle fette di prosciutto che troppo spesso ci velano lo sguardo? e non stiamo lì a pensare sempre agli altri... i pregiudizi ci appartengono, appartengono a tutti noi, nessuno escluso.. qualcuno ne ha di più, qualcuno di meno... Non possiamo lamentarci di essere conosciuti all'estero come degli stereotipi viventi, se noi siamo i primi a considerarci negli stessi termini... Terroni... Polentoni... ma siamo o no Italiani? Dovremmo ricordarcelo più spesso e, senza falsi moralismi, cercare di essere più uniti nel cercare di migliorare il nostro Bel Paese... 

Questo film prende il via da una situazione di questo genere... un'impiegato delle poste si finge invalido per ottenere il trasferimento a Milano, ma viene scoperto e, per punizione, trasferito al Sud... arrivato in Campania vive con il terrore di poter essere imbrogliato dai Terroni... ma allora, come si dice dalle mie parti... ammazza ammazza, è tutta 'na razza!




"Direttò, quando un forestiero viene al Sud piange due volte, 
quando arriva e quando parte"




Dedico questo post al Signor Umberto Bossi, che a mio riguardo, di signore non ha proprio nulla... 





Benvenuti al Sud
Italia, 2010
Regia: Luca Miniero




10 commenti:

valepi ha detto...

ciao principina (ti chiamo come la mia bimba), ho visto che sei passata dal mio blog e ti rendo subito la visita :)
bel film, vorrei tanto vederlo anche io, che sono sudica e isolana per di più! purtroppo con la Princi piccina picciò temo che passerà un po' di tempo prima che si possa di nuovo veder eun film al cinema o serenamente in tv o dvd... pazienza... leggerò le tue recensioni così mi sembrerà di averli visti!

Chiara ha detto...

Lo devo vedere e non trovo mai tempo.... La cosa è GRAVE!
Io sono del sud, anche se vivo al nord... quindi mi attira ancora di più.

Concordo sull'ultima parte del post!

MoonaFlowers ha detto...

Quanto mi piacerebbe vederlo!!
Io sono nata a Firenze e mi sono trasferita al Nord da 4 anni.
E devo ammettere che i primi tempi non è stato facile, anche se ho avuto la fortuna di conoscere due amiche importanti che di "nordico" avevano ben poco, però è vero che un po' di freddezza in più l'ho riscontrata.
Poi, esattamente come te, sono del parere che "una razza, una faccia" ;)

Federica ha detto...

leggerò meglio il tuo post lunedì (credo)!

concordo con il tuo ultimo pensiero però: se invece che stare a mangiare fuori da montecitorio stesse a risolvere i problemi dell'italia tutta (cosa per cui è lautamente pagato) sarebbe molto meglio... e più decoroso

azzurro ha detto...

io sono del nord e felice di esserlo...ma nell'ultimo anno sono stato 3 volte nel profondo sud e m è piaciuto molto...concordo sull'affermazione riguardante bossi...baci

bussola ha detto...

bellissima la frase quando si viene al sud si piange due volte... quando si viene e quando si parte....
da meridionale non posso che esser lusingata di quello che hai scritto

mammalellella ha detto...

non l'ho mai visto...imperdonabile!

Federica ha detto...

visto ieri pomeriggio: strepitoso!

Federica ha detto...

fra qualche giorno passa da me: ci sarà una "patata bollente" ad aspettarti! ^___^

kriegio ha detto...

Ho visto il film!!!!!!! Strepitoso, bellissimo.
Favolosa la tua recensione, che mi ha fatto venire voglia di andarlo a vedere... Quant'è bella la frase che hai citato? Io sono nordica, ma ho sposato un napoletano, quindi tengo 'o core al Sud, pur'io!!!